Come CRESCERE ORGANICAMENTE su INSTAGRAM 2019

Come CRESCERE ORGANICAMENTE su INSTAGRAM 2019

È possibile crescere organicamente su Instagram nel 2019?

Benvenuti in un nuovo video di Marketing Tips Italia, io sono Gianluca Belloni e oggi proverò a darvi 5 consigli per poter crescere organicamente su Instagram.

Per crescere in modo organico intendo crescere senza utilizzare ad esempio i Bot per aumentare l’engagement o per comunque farsi vedere da più persone, oppure utilizzare i Pod, quindi gruppi sempre per aumentare l’engagement delle foto nel primo periodo, o comunque altri stratagemmi, perché infatti ultimamente questi si stanno diffondendo sempre di più, e quindi anche la loro efficacia sta diminuendo.

Oggi quindi voglio darvi questi 5 consigli per poter avere più probabilità di comparire nella sezione esplora, ed in generale per essere più visibili su Instagram e fare in modo che quando una persona arrivi sul nostro profilo sia più invogliata a seguirci se è in target con il nostro pubblico.

Guarda il mini-corso gratuito di Instagram!

1. Scegliere una nicchia

Il primo consiglio che voglio darvi è quello di scegliere una nicchia.
Infatti ormai Instagram è piena di profili che sono già molto grandi e anche appunto di profili che usano stratagemmi e che quindi sono più visibili di noi.

Quindi per poter colpire una persona è necessario specializzarsi in un determinato argomento, e per questo motivo è fondamentale scegliere una nicchia su cui focalizzarsi, su cui specializzarsi per poter raggiungere tutte quelle persone che sono interessate a quell’argomento.

Una cosa fondamentale quindi è avere una coerenza nei contenuti che si portano e quindi per poter crescere e utilizzare Instagram in maniera professionale non si possono postare foto di mille argomenti diversi in mille contesti diversi, perché appunto una persona che arriverà sul nostro profilo non capirà di cosa parliamo e di cosa trattiamo sul profilo e quindi non sarà interessata a seguirci.
Invece se almeno la maggior parte dei nostri post trattano di un argomento specifico, l’utente che arriva sul profilo capirà immediatamente di cosa parliamo e per aiutarlo possiamo utilizzare anche la descrizione del profilo appunto con una breve frase per spiegare cosa vogliamo portare alle persone, la nostra Value Proposition.

Un’altra cosa molto importante a cui pensare quindi è il formato dei post.
Infatti se utilizziamo il formato verticale o al massimo quadrato, occuperanno più spazio all’interno del feed, prima di tutto perché le persone scorrendo appunto avranno la nostra immagine per più tempo nel feed mentre scorrono e quindi sarà più visibile e attirerà di più l’attenzione, ma soprattutto una volta all’interno del nostro profilo, e quindi una persona che ci scopre per la prima volta molto probabilmente vorrà vedere più foto del nostro profilo prima di iniziare a seguirci, se noi utilizziamo foto orizzontali, queste verranno ritagliate da Instagram e si vedrà solo la porzione ristretta centrale e quindi sarà meno possibile capire cosa c’è all’interno di quella foto, di quel post.

Quindi mi raccomando siate coerenti nei contenuti che portate ma soprattutto anche costanti.
Infatti se portate un contenuto al mese è molto difficile che una persona abbia voglia di seguirvi, o anche una volta che ha iniziato a seguirvi, magari smetterà di seguirvi perché non siete costanti nei contenuti e quindi non portate alcun valore nel suo feed.

2. Essere utenti attivi

Il secondo consiglio è quello di essere utenti attivi.
Infatti per poter crescere in maniera organica dobbiamo avere una buona presenza all’interno di Instagram.

Questo vuol dire che dobbiamo seguire molte persone all’interno della nostra nicchia, e quindi se volete utilizzare un profilo da far crescere in una nicchia specifica vi consiglio anche di crearvi un altro profilo personale, magari anche privato, con cui seguire e interagire con i vostri amici e con i vostri parenti, invece con l’altro profilo da utilizzare in maniera professionale è meglio seguire semplicemente le persone della nostra nicchia.
In questo modo all’interno di quel feed potremmo vedere tutte le foto che portano queste persone, quindi anche studiare un po’ la nostra concorrenza, ma soprattutto potremo interagire con questi post e con questi profili.

Per interagire non intendo semplicemente mettere un like, ma anche una cosa molto importante è commentare.
Però mi raccomando non commentate tanto per commentare, ad esempio mettendo semplicemente una faccina, top, o la fiammella, come ad esempio succede con i Bot, ma distinguetevi da questi e quindi scrivete commenti genuini che siano veramente derivanti dal vostro interesse verso quell’immagine o verso quel creator, e che appunto portino qualcosa in più.

L’obiettivo quindi sarà quello di essere omnipresenti all’interno della nostra nicchia, perché se le persone possono essere interessate al nostro profilo e quindi agli argomenti che trattiamo, molto probabilmente seguiranno già anche un altro profilo molto simile al nostro.

Un’altra cosa importantissima e veramente sottovalutata secondo me, è di rispondere ai commenti sotto le vostre foto.
Se una persona ha perso tempo a scrivere un commento sotto la vostra immagine per farvi una domanda, anche voi dovete rispondergli e dare l’attenzione che loro hanno dato a voi.
In questo modo quella persona si ricorderà di ciò e sarà anche più propensa a commentare in futuro.

Ovviamente non dico i commenti come quelli dei Bot semplici, però rispondete anche a quelli, per esempio con delle faccine, perché Instagram comunque li conta come commenti e le vostre risposte in più faranno vedere a tutte le persone che rispondete commenti e quindi saranno anche loro più propense a commentare a loro volta.

3. Utilizzare gli Hashtag e i Geotag

Il terzo consiglio è quello di utilizzare gli hashtag che la geolocalizzazione per i vostri post.
Infatti non utilizzando Bot o altre strategie di questo genere, per crescere organicamente su Instagram la nostra possibilità più grande di essere scoperti dalle persone e è quella di finire nella sezione esplora per determinati hashtag o geotag.
Per farlo però ovviamente prima dovremo utilizzarli e quindi sfruttate tutte le potenzialità del mezzo.

Se abbiamo a disposizione 30 hashtag, non dobbiamo per forza utilizzarli tutti, però vi consiglio di sceglierne almeno tra una decina e una ventina, veramente specifici della foto che state portando e della vostra nicchia.

Quindi vi consiglio di fare una ricerca all’interno della sezione esplora degli hashtag, soprattutto con la nuova funzione appunto della sezione esplora divisa per interessi che vi permette di vedere all’interno di un interesse quali sono gli hashtag più rilevanti e più utilizzati.

Quindi una volta finita questa ricerca nella sezione esplora vi consiglio di crearvi nelle note del telefono dei gruppi di hashtag appunto da 15/20 hashtag, che abbiano però meno di 500.000 post all’interno, perché sono un po’ meno competitivi e abbiamo più possibilità di comparire appunto nella sezione esplora per questi hashtag, e di utilizzarli poi per le vostre foto.
Ricordatevi però di modificarli nel tempo e anche di personalizzare di volta in volta gli hashtag per la foto che state postando perché Instagram penalizza gli account che utilizzano sempre i soliti hashtag, e appunto non li fa più comparire nella sezione esplora.

Inoltre per non riempire la descrizione della vostra foto di hashtag, potete lasciare nello spazio con dei trattini, oppure inserirli all’interno del primo commento sotto la foto.
In questo modo funzioneranno comunque, ma appunto non sporcheranno la descrizione della foto.
Lo stesso discorso ovviamente vale per i Geotag, ma è un possibile utilizzarne solo uno e deve essere relativo appunto al luogo dove avete scattato la foto.

4. Miglior orario di pubblicazione per Instagram

Il quarto consiglio è quello di controllare l’orario di pubblicazione.

Una cosa che potete fare è allenare il vostro pubblico a una pubblicazione costante a una stessa ora, negli stessi giorni e quindi potete decidere preventivamente appunto in che giorni postare e a che ore.
In questo modo le persone sapranno già che quel giorno e a quell’ora troveranno una foto del vostro account.

Per ottimizzare questo processo vi consiglio di scegliere l’orario di pubblicazione migliore di Instagram, che potete scoprire all’interno delle statistiche del vostro profilo.

Se non avete le statistiche del vostro profilo è perché non avete un profilo business, e vi consiglio di fare subito il passaggio perché appunto fornisce un sacco di informazioni in più, che sono molto utili, e non comporta nessun costo.
Appunto all’interno delle statistiche potremo vedere i giorni in cui le persone che ci seguono sono più attive, e quindi sono sulla piattaforma, e all’interno dei giorni potremo scoprire anche gli orari in cui sono più attivi.

Per poter ottimizzare il nostro profilo e quindi la nostra crescita, l’ideale sarebbe di postare una foto al giorno e comunque non meno di 4/5 immagini a settimana.

Riguardo all’orario invece vi consiglio di pubblicare la foto dai 10 ai 15 minuti prima dell’orario di punta che vedete nelle vostre statistiche.
In questo modo avete più possibilità di comparire nelle prime immagini all’interno del feed delle persone che hanno aperto l’applicazione proprio in quel momento.

5. Utilizzare le Stories (ma anche Live e Igtv)

Il quinto consiglio è quello di utilizzare le Stories.
Infatti Instagram punta molto sulle Stories e sul formato verticale e quindi possiamo pensare che in futuro avranno un aspetto sempre più importante all’interno dell’applicazione.
Quindi se portiamo contenuti interessanti e di valore all’interno delle Stories saremo avvantaggiati in futuro quando avranno ancora più peso.

Inoltre un aspetto che secondo me è ancora sottovalutato è quello di pensare all’ottimizzazione e all’indicizzazione delle storie come a quelle dei post.
È quindi molto importante utilizzare gli hashtag e la geolocalizzazione appunto all’interno delle proprie storie.
Infatti questo ci permetterà di finire nella pagina del determinato hashtag o geotag appunto nella sezione esplora, e dato che le persone che utilizzano gli hashtag e i geotag all’interno delle proprie stories sono molte meno rispetto ai post, avremo più possibilità di essere scoperti e seguiti da nuove persone.

In molti pensano che sia possibile inserire gli hashtag solamente tramite l’adesivo dedicato, ma invece funzionano anche gli hashtag inseriti tramite la funzione di testo e quindi è possibile inserirne di più e utilizzarli all’interno delle nostre frasi.
E quindi non dobbiamo per forza e riempre le nostre stories semplicemente con Hashtag messi lì a caso, ma potremmo semplicemente inserire ad esempio un hashtag all’interno della nostra frase, per far sì che una parola che abbiamo scritto appunto diventi un Hashtag e che quindi ci permetta di finire nella sezione esplora per quel determinato argomento.

Scopri come funziona l’algoritmo di instagram

Rimani aggiornato sulle novità di Instagram

Questi erano i miei cinque consigli per poter crescere organicamente su Instagram.
Ovviamente non è un processo semplice e rapido perché appunto la piattaforma è sempre più satura e inoltre l’utilizzo dei Bot sta crescendo, infatti si stima che il 40 per cento delle interazioni sia sviluppato da Bot all’interno di Instagram.

Per scoprire tutte le novità appena vengono rilasciate ti consiglio di seguirmi su Instagram, trovi qui sotto il link al profilo, perché appunto nelle storie e su Igtv racconto tutte le nuove funzioni appena escono e ne spiego il funzionamento.

Inoltre se tu hai altri consigli o conosci altre tecniche per poter crescere in modo organico su Instagram, scrivemele qui sotto in un commento, e appunto sarò curioso di testarle e implementarle nel mio profilo e in più potremo discuterne.
Inoltre scrivimi anche se hai delle domande o dei suggerimenti e idee per i prossimi video.
Infatti ringrazio Anna, che sotto il video dei tre motivi per non utilizzare i Bot mi ha chiesto se avessi dei consigli da darle per poter crescere in maniera organica su Instagram e appunto mi ha dato l’idea per creare questo video.

Ti ricordo di iscriverti e di attivare la campanella per non perderti l’uscita dei prossimi video.
Grazie al prossimo video!

Iscriviti ora alla Newsletter per ricevere GRATIS più di 70 documenti di Marketing


SEGUI LA PAGINA INSTAGRAM E IGTV!
GUARDA L’ULTIMO VIDEO SU YOUTUBE!
LEGGI GLI ULTIMI ARTICOLI!